cose importanti | LdC bellavita | poteva andare peggio!

#WeRunMilano e l’ansia da prestazione.

3 Giugno 2015

WeRunMilano

Da quando ho scoperto che fare progetti sulle cose che piacciono a me e non sulle persone è il segreto per restare meno delusi, non mi ferma più nessuno.
Però c’è un però: io sono sempre io, non è che sono cambiata così radicalmente.
E confesso che mi sta cominciando a salire l’ansia per la #WeRunMilano.

Certo, detta da una che è appena tornata da due settimane on the road seguendo il Mississippi, suona un po’ come una sciocchezza me ne rendo conto.
Eppure, sono emozionata.
Non solo per la corsa in sé, che è comunque un’occasione importante
(il candidato indichi sulla mappa il punto in cui LdC sputerà il primo pezzo di polmone)
ma anche perché è una cosa che farò totalmente in solitaria.

Anche a questo punto, in solitaria, detta da una che parteciperà ad un evento con migliaia di persone, ehm.
Va bene se vi dico che salirò in treno da sola, tornerò in treno da sola e mi presenterò alla partenza da sola?
Per quanto riguarda la mia atavica insicurezza, siamo a livelli di guardia.

Ma ce la posso fare e ho un sacco di buoni motivi.

Se sono tornata sana e salva dal volo Houston-Londra, me la caverò anche in questa circostanza.
Se ho mangiato salsiccia di alligatore e non sono morta, me la caverò anche in questa circostanza.
Se ho saputo gestire e incassare tutto quello che ho gestito e incassato nell’ultimo anno, me la caverò anche in questa circostanza.

Poi sono 10k, alla peggio camminerò, mi dico.
Ormai 10k li faccio in allenamento (quasi) senza problemi e se dovessi stramazzare, qualche anima pia mi aiuterà.

Quindi, insomma, vado.
Da sola, anzi: con me stessa.

LdC

Only registered users can comment.

  1. Personalmente adoro le “imprese” in solitaria: mi lasciano il tempo di riflettere.
    Però però: in USA senza il moroso, WeRun senza il moroso… dobbiamo preoccuparci?
    Gischio

  2. Ci vuole ben altro che un salsiccino di alligatore per crearti problemi :-)
    E ci vuole ben altro che 10k milanesi per farti stramazzare.
    Quindi: vai, e vai tranquilla!

  3. Ciao Dany,
    anche io mi sono scontrata con l’aspettativa riguardo alle cose e alle persone. Sto imparando a fatica a darmi piccole mete (raggiungibili) alleggerendo così la mia vita dall’ansia di raggiungere grandi traguardi o attendere grandi aspettative. Step by step ti aiuta ad avere più fiducia in te stessa, qualunque sia la meta. Una bellissima frase che mi è stata detta di recente è che DOVE ARRIVI, QUELLA E’ LA TUA META ! Sembra un inno al lassismo, ma contiene in se un bel messaggio di accettazione ! Un bacio…sei forte e vedrai che questa esperienza ti arricchirà di tanta autodeterminazione, a prescindere dal risultato che otterrai, hai già vinto partecipandovi !
    Robby

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *