varie ed eventuali

Pedalare humanum est.

23 Febbraio 2012

Vi ho dato retta e ho ricominciato a pedalare! Che soddisfazione!

A parte che, in generale ma soprattutto in questi giorni, camminare sui marciapiedi bolognesi è una specie di roulette russa: approfittando della neve, molti proprietari di cani hanno deciso che la bianca coltre avrebbe coperto quello che di solito andrebbe rimosso e hanno visto bene di lasciare tutto lì. Con lo scioglimento dei ghiacci vi lascio immaginare cosa non è emerso sull’asfalto.

Lasciamo perdere, senza dimenticare che chi ama gli animali li deve anche mettere in grado di non essere detestati da chi non li possiede. Voi lancereste le cacche del vostro gatto sulla terrazza del vicino? No, e allora perché lasciare sul marciapiede quella del vostro canino? Io adoro gli animali, ma detesto le persone. E questo già si sapeva.
(pienamente ricambiata in entrambi i casi)

Quindi: fra i vostri inviti a non lasciarmi andare al pesaculismo e la necessità di preservare intonsi almeno un paio di stivali invernali prima del cambio di stagione, ho sfoderato la bicicletta e con immenso orgoglio (e un po’ di male al derrière) ho ripreso la mia routine quotidiana.

Adoro!
(e non pesto cacche)
LdC

Only registered users can comment.

  1. Complimenti per aver ripreso la bici, fa sempre bene alla linea e al portafogli. Anche io ho un progetto in proposito, ma aspetto che la temperatura salga ancora di qualche grado, anche perché il mio posto di lavoro è a 35km da casa.
    Per quanto riguarda l’argomento cani e loro proprietari, non resisto a non citare questo link, anche se parecchio trucido:
    http://youtu.be/7cWv1ZJxQLQ
    Saluti, Gischio

  2. quando Sara era piccola c’era un cane che lasciava i suoi bisogni davanti al nostro cancello. Ho sempre detto… se lo becco giuro che prendo un pannolino pieno di cacca di mia figlia e lo metto davanti a casa del suo adorato padrone… Non l’ho mai beccato e le cacche dopo un po’ son sparite, spero che il tutto non sia dovuto alle mie maledizioni. Chicca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *