home sweet home

Al milite ignoto della pigrizia.

13 Ottobre 2012

Sempre in tema di riposo, dormire, pennichella, ecc…

Stasera, quando ho finalmente appoggiato le mie (metaforicamente) doloranti terga dopo una giornata di rogne professionali che non augurerei al mio peggior nemico (sulla gente che lavora con il culo magari scrivo un’altra volta), ero così serena e soddisfatta e pacifica e finalmente in armonia con l’universo, che mi è venuta da pensare una cosa.

Google è così preciso nel dedicare un doodle anche all’inventore del cerchio col bicchiere e a nessuno è mai venuto in mente di proporne uno, ma anzi che dico, di fare un monumento a colui o colei che, per primo, si è sdraiato sul divano con la copertina e ha istituito lo svacco serale.

O milite ignoto della pigrizia, chiunque tu sia: grazie.

LdC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *