varie ed eventuali

Cose importanti: donare il 5×1000 all’UNICEF

6 Maggio 2013

Tempo di dichiarazione dei redditi, tempo di riflettere su chi sarà il destinatario del nostro 5×1000.

Se non avete già deciso a favore di qualche organizzazione, vorrei segnalarvi l’UNICEF, anche se so che saprete perfettamente di chi sto parlando. L’UNICEF, difatti, si occupa di organizzare e favorire il cambiamento sociale per migliorare la vita dei bambini più svantaggiati ed emarginati, attraverso molte iniziative, una più lodevole dell’altra: si va dalla lotta alla malaria fino alla prevenzione della denutrizione, dal portare igiene e acqua nelle scuole a proteggere i bambini di strada. Certo, dirlo così in poche righe è molto riduttivo e infatti per conoscere più a fondo le loro attività, sarebbe meglio visitare il loro sito.

Infatti, proprio per questo motivo (che non dovrebbe servire unicamente a lavarci la coscienza perché la beneficenza migliore è quella che si fa donando il proprio tempo) il mio post vorrebbe sensibilizzare sulla possibilità di devolvere parte delle proprie tasse proprio a questa organizzazione mondiale, denaro che sarà investito in vaccini per i bambini. Molto banalmente, ma altrettanto drammaticamente, in alcuni paesi del mondo, si muore spesso prima di raggiungere i cinque anni di vita, perché delle patologie come poliomielite, tetano e morbillo, (per cui noi ci vacciniamo da tantissimi anni e che non rappresentano più una minaccia) sono ancora alcuni dei motivi principali dei decessi nella fascia dei primissimi anni di età (stiamo parlando di 19.000 al giorno, è un dato impressionante se si pensa che siamo nel 2013).

E dire che sarebbe così semplice ridurre se non addirittura eliminare questi problemi, ma non voglio farvi la morale perché sono tutto fuorché indicata e perché so che le persone che sono solite leggermi non hanno bisogno di mezzucci per arrivare a comprendere ciò che è bene fare, ma se ancora non siete convinti fate un salto sul loro sito e guardate quanto hanno realizzato e quanto ancora c’è da fare per rendere tutto il nostro pianeta un luogo che si possa chiamare casa, dove crescere e vivere serenamente.

E se poi avete tempo per partecipare attivamente, mi permetto di dirvi per esperienza diretta che fare volontariato è una cosa che fa tantissimo bene a chi la riceve, ma anche a chi la dona.

Chi desidera anche solo fare passaparola in rete, può utilizzare l’hashtag #aMeNonCostaNulla

LdC

Articolo sponsorizzato

 

Only registered users can comment.

  1. mi è capitato tempo fà di scrivere la mia storia che pareva simile alla tua…

  2. Purtroppo quest’anno non ho letto in tempo, ma l’anno prossimo non mancherò. Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *