Senza categoria

3 luglio 2006 – Ci sono post che non si postano (ma che alcuni leggono).

24 luglio 2006

C’è un libro che dice non hai bisogno di essere innamorato se hai almeno 5 buoni amici ed è per questo che stamattina ho scritto un post ma, a differenza di tutti gli altri giorni, non l’ho pubblicato bensì spedito per e-mail. A chi mi vuole bene, ai pochi ma buoni. E loro, come ogni volta, hanno raccolto il mio SOS fornendomi tanti utilissimi e sfaccettati punti di vista.

Gli altri non me ne vogliano se dedico a loro – che in ogni momento sono a mia disposizione per un consulto, per un consiglio e per una spalla su cui piangere – queste poche righe per ricordare che sono fra i miei beni più preziosi, per ringraziarli di rendere ogni mio dolore un po’ più sopportabile, per sapermi ascoltare, per ogni cosa che hanno detto e non detto, fatto e non fatto, al puro fine di farmi felice.

O comunque rendermi un po’ meno triste.

Nel luglio 2002 ero a San Siro, al concerto di Ligabue. Bellissimo, stupendo, emozionante. Alcuni di loro erano presenti e quindi potranno ricordare con me che, alla fine dello spettacolo, sul maxischermo comparì una scritta lampeggiante che, in puro slang emiliano, recitava così:

TENETE BOTTA

Vorrei dirvi che la strada è difficile, molto più di quanto pensassi. E’ ripida, piena di insidie e ad alto rischio di cadute. Ma terrò botta, è una promessa.

Love U, all.

LdC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *