cose importanti | home sweet home | il cielo è sempre più blu | LdC bellavita | up close and personal

Zenzero e limone.

17 Novembre 2011

In questi ultimi tempi sono stata così presa dalla migrazione da Splinder, dall’aggiustare il nuovo blog, verificare se tutto era andato a buon fine, sistemare i banner, rifare il badge del romanzo e il loghetto di Paypal… che non mi sono resa conto di aver tralasciato la parte più importante, cioè i contenuti!

Ora, detto questo, mi siedo un attimo e con calma rimedio. Eccovi un po’ di aggiornamenti a caso.

Se scrivi ti sposo” sta andando tutto sommato bene. Certo, riscontri sulle vendite non ne ho ancora ma ho avuto delle buone recensioni e, che mi crediate oppure no, il fatto di venderlo è quasi un aspetto secondario. Almeno per quanto mi riguarda, la pubblicazione era il mio fine ultimo, il riconoscimento del mio lavoro. Poi, se diventa un best seller o mi comprano i diritti alla televisione tanto meglio, ma intanto sono contenta e sto già guardando avanti, cioè all’uscita del mio prossimo racconto per l’antologia “Almanacco dei racconti musicali” e, perché no, a una mezza idea di nuovo romanzo che sta girando per la mia testa. Non mi ci metterò prima delle vacanze di Natale, spero di non scordarmi tutto nel frattempo. Il 27 novembre, invece, per chi vorrà esserci, io e il romanzo dovremmo trovarci con un gruppo di amichetti a Milano (luogo da definirsi). Se vi va, mi fa piacere incontrare i lettori del blog… non avete che da alzare la manina.

Altre cose che sto facendo? Mh. Lavoro. Parecchio e con fatica perché il cambio di stagione mi sta abbattendo. Se qualcuno conosce qualche rimedio a livello di difese immunitarie, è il benvenuto fra i commenti. Mi sto drogando di tisane zenzero e limone, ma non di sole tisane può vivere la donna. Ah, ecco! Dimenticavo. Come se la vita non fosse già di per sé difficoltosa, il primo settembre scorso mi sono messa a dieta. Ho scaricato questa app per iPhone che conta le calorie, e ho letteralmente switchato la mia mente nella modalità regime alimentare ridotto senza se e senza ma. Ho perso circa sei kilogrammi, ma di notte sogno le piadine di Piada e zafferano. A volte mi chiedo se ne valga la pena. Di sicuro voglio perderne un altro paio per prevenire le mangiate natalizie. Sappiate che, quel fortunato giorno, comincerò i bagordi dai canederli che ho in freezer.

Sono ufficialmente entrata nel tunnel di Pinterest. Vi giuro, è bellissimo, anche se non ho capito perfettamente cosa sia. Un social network? Un aggregatore? So solo che ci trovo un sacco di informazioni utili per la casa, l’arredamento, la moda, il DIY (do-it-yourself) e tutte quelle minchiatine che, di sera, mi fanno alzare la testa dal monitor ed esclamare “è già l’una?!?!”… ma l’immaginarmi certi piccoli dettagli che trovo lì sopra… Insomma, la classica sensazione da case degli altri: quelle robe così perfette che in casa mia non durerebbero dieci minuti. Ma tant’è, sognare è gratis.

Infine, come si suol dire, last but not least: ieri sera ha finalmente spiccato il volo dal nido, l’ultimo (capo)lavoro letterario di famiglia. Dopo un anno e mezzo di gestazione ha finalmente visto la luce il nuovo libro di Lorenzo, “Viaggi e intemperie“, la biografia del mai dimenticato Ivan Graziani. E’ stato un evento bellissimo, in una Feltrinelli davvero gremita di fans: sono molto orgogliosa del suo lavoro, a tratti mi sono anche commossa ma questo non diteglielo ;)

Ok, direi che per il momento è più o meno tutto.
Allora a presto eh?
LdC

Only registered users can comment.

  1. Sono sempre stato affascinato dalla voce di Ivan Graziani, anche se non sono un suo ascoltatore assiduo come faccio invece coi Nomadi. Settimana scorsa hanno messo su “Dada” alla radio e mi sono commosso, non l’ascoltavo da anni. E poi mi interessa anche il suo lato artistico non propriamente musicale: da anni sto cercando “Arcipelago Chieti” su eBay, ma pare sia una vera rarità. Ho pure scritto alla casa editrice ma non ho mai ricevuto risposta. Di sicuro non mi farò mancare il libro del tuo moroso.
    Gischio

  2. Noi l’abbiamo ricevuto in dono dalla famiglia, se non erro!
    Se vuoi provo a chiedere a Lorenzo se ne esiste un’altra copia: comunque hai ragione, merita di essere cercato in lungo e in largo perché è stupendo.
    Grazie anche a nome suo, ovviamente :)

  3. In effetti se riuscite a trovare qualche informazione in più su “Arcipelago Chieti”, anche magari chiedendo alla famiglia, mi farebbe enorme piacere. Anche perché, come dicevo, la Edizioni Tracce lo da come esaurito e non risponde circa eventuali ristampe.
    Per quanto riguarda il tuo libro invece, ho visto il logo PayPal. E’ possibile farselo spedire?
    Grazie

  4. E’ arrivato ieri, ho letto solo il Prologaccio per ora e non saprei, sicuramente c’è molto di Ivan e della sua vena artistica. Purtroppo Urbino è distante e a maggio difficilmente mi muoverò, vista anche la scorpacciata di ponti appena conclusa… Fosse stato a fine giugno-luglio, avrei anticipato le ferie estive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *